Musica, poesia e letteratura sacra


La musica spesso viene utilizzata per avere una via diretta e breve verso un sentimento, una riflessione, …un senso!
E’ uno strumento che aiuta, dispone positivamente l’uomo ad abbandonare le proprie scorie quotidiane per concentrarsi sulle fondamenta. Assistiamo quotidianamente all’uso (abuso?) della musica che dà spunto ad ogni genere di riflessione: dalle barbarie dei totalitarismi all’assurdità della guerra, dal rilassamento alla concentrazione mistica.

Un approccio culturale basato sull’immensità delle fonti letterarie e musicali ad argomento sacro. Portare a conoscenza le opere dei padri della chiesa, dei grandi teologi e fondatori di ordini religiosi, dei testimoni della fede, scritte nella storia millenaria della chiesa e spesso dimenticate o ad uso solo di esperti ed appassionati. L’obiettivo è quindi valorizzare questo materiale certi che possa e debba essere utile per riprendere il senso del passato necessario per vivere il futuro.

Testi e musica antichi, nonostante il loro vigore intellettuale ed esperienziale, visti da lontano sembrano inaccessibili per la lingua: la profondità dei concetti è spesso inafferrabile a causa una terminologia difficile ai profani. Attraverso gli artisti della Tafelmusik essi risulteranno “tradotti” ed a portata di tutti mantenendo l’integrità della fonte ed un approccio diversificato e guidato che lascia il tempo all’ascoltatore di assimilare senza che sia “intorpidito” dal linguaggio.